L’impatto psicologico della psoriasi

donna bionda impatto psicologico psoriasi
Il peso dei disturbi psicologici sulla psoriasi è scarsamente analizzato, tuttavia alcuni studi hanno accertato l’associazione con depressione, ansia epensiero negativo in diverse tipologie di psoriasi. Nonostante l’alta prevalenza delle condizioni cutanee e la forte associazione di disturbi psichiatrici con lemalattie della pelle, non è ancora noto il reale peso delle malattie psicologiche nei pazienti con psoriasi in Europa. Questo aspetto è importante in quantola cura dei pazienti con malattie della pelle potrebbe essere inadeguata se i loro problemi psicologici non sono riconosciuti e trattati.

Evitare l’isolamento: parlare con i propri cari e con il dermatologoMedico specializzato nella cura di malattie della pelle.

Gestire ogni giorno una patologia della pelle come la psoriasi può essere molto pesante al punto che la persona affetta da questa malattia potrebbediventare più suscettibile a soffrire di disturbi dell’umore. La psoriasi è spesso associata a un disagio psicologico di natura ansiosa o depressiva; inoltre, lapsoriasi come tutte le malattie della pelle si associa spesso a stress cronico e tende a modificare la routine quotidiana del paziente con un conseguenteeffetto negativo sulla qualità della vita. L’isolamento sociale e la solitudine possono peggiorare lo stress, l’ansia e la qualità del sonno. Per questo èimportante per i pazienti mantenere i legami affettivi e sociali che possono aiutare a condividere con altri i propri problemi e a sostenere il peso dellamalattia psoriasica. Un aiuto molto importante consiste nel parlare del disagio psicologico con il proprio dermatologoMedico specializzato nella cura di malattie della pelle..

La cronicità e lo stigma, i principali indiziati

A quanto pare i pazienti con psoriasi avrebbero un aumentato rischio di avere pensieri negativi e di mancata progettualità per la loro vita futura. Vi sonostudi che dimostrano come tra gli individui psoriasici la percentuale di depressione sia maggiore rispetto a quanto riscontrato nei soggetti sani. Si ipotizzache nei pazienti con psoriasi l’infiammazioneAccumulo di cellule immunitarie per distruggere o rimuovere stimoli potenzialmente dannosi. cronica e lo stigma Si definisce stigma un segno di biasimo o di diffamazione, che separa una persona dalle altre. Quando una persona viene etichettata per via di una malattia, viene considerata parte di un gruppo stereotipato, in altre parole viene stigmatizzata da altri. ad essa legato possano essere in parte responsabili della maggiore gravità dei disturbidell’umore e dell’ansia rispetto a quanto si osserva nei pazienti affetti da altre malattie della pelle. Da tutto ciò i ricercatori tendono a concludere che lapsoriasi può essere associata ad una maggiore suscettibilità per le malattie della sfera psichica, a ridotta qualità di vita e ritiro sociale.

Torna indietro

Guarda i video

Torna su