Un make-up “a prova di psoriasi”

è importante preparare la pelle all’applicazione del make-up, quindi parti da una buona detersione del viso con successiva idratazione

Un piccolo grande alleato per tutte le donne, anche in caso di psoriasi

In alcuni casi, chi soffre di psoriasi può trovare nel make-up un valido supporto per risolvere i disagi che questa patologia porta con sé. Ecco alcuni consigli per utilizzarlo al meglio! Il make-up è ormai parte integrante della vita di molte donne, che lo utilizzano per avere un aspetto professionale al lavoro, sentirsi a proprio agio in situazioni sociali, o, più in generale, per apprezzare di più se stesse e il proprio aspetto. Nel caso specifico per chi soffre di psoriasi il trucco può avere un’importanza ancora maggiore. Infatti, in alcune occasioni,

mascherare le lesioni vuol dire acquistare sicurezza in se stessi e migliorare l’interazione sociale, soprattutto quando i sintomi della psoriasi sono visibili. I trattamenti per la psoriasi, se effettuati correttamente e con costanza, portano a notevoli miglioramenti, ma in alcune occasioni può essere fondamentale avere un effetto immediato1. In questi casi, la soluzione può essere il make-up. Imparare ad utilizzare il trucco per nascondere o mitigare i segni della psoriasi non è difficile, ma i migliori negozi di cosmetici offrono di frequente consulenze e corsi per migliorare ed apprendere le tecniche più utili alle vostre esigenze.Per iniziare, ecco una serie di consigli specifici pensati per chi soffre di psoriasi:

Consigli generali

  • non usare mai i prodotti su placcheLesioni della pelle che appaiono come chiazze rialzate, arrossate e infiammate. con ferite aperte;
  • in caso di psoriasi pustolosaUna forma di psoriasi non comune che si presenta come tante piccole vescicole ripiene di liquido o pus invece che come le tipiche lesioni cutanee simili a placche (vedi psoriasi a placche). o eritrodermica, parlane con il tuo dermatologoMedico specializzato nella cura di malattie della pelle., perché il make-up potrebbe peggiorare le cose;
  • se avverti una qualsiasi reazione al cosmetico, come bruciore, arrossamento o pruritoParticolare sensazione cutanea che induce a grattarsi., sospendilo immediatamente e contatta il tuo dermatologoMedico specializzato nella cura di malattie della pelle.;
  • utilizza cosmetici con una protezione solare.

La scelta dei prodotti

Il primo passo per un corretto make-up è scegliere i prodotti giusti e, data la vasta gamma di prodotti presenti nel mercato, ti consigliamo di chiedere al dermatologoMedico specializzato nella cura di malattie della pelle., che ti aiuterà a scegliere in base al tuo tipo di pelle e alle caratteristiche della tua psoriasi. In linea generale, ricorda che i migliori cosmetici sono quelli che:
  • donano un aspetto naturale;
  • sono resistenti all’acqua;
  • sono facili da applicare;
  • non irritano la pelle;
  • durano a lungo.

La preparazione della pelle

Dopo aver scelto i prodotti giusti è importante preparare la pelle all’applicazione del make-up, quindi parti da una buona detersione del viso con successiva idratazione. Per la pulizia giornaliera puoi scegliere un detergente non lipidico associato a un esfoliante (a base di acido salicilico), da utilizzare un paio di volte alla settimana per aiutare le placcheLesioni della pelle che appaiono come chiazze rialzate, arrossate e infiammate. ad ammorbidirsi, rendendo quindi più facile la rimozione. Per scegliere il giusto detergente, così come la crema idratante più adatta alla tua pelle, chiedi consiglio al dermatologoMedico specializzato nella cura di malattie della pelle.. In generale, puoi ricordarti di prediligere prodotti:
  • senza profumo;
  • ipoallergenici;
  • non comedogeni.

Il primo passo per un corretto make-up è scegliere i prodotti giusti

L’applicazione del make-up

Per quanto riguarda l’applicazione, il primo consiglio è semplificare: spesso un make-up minimalista, composto da un fondotinta e una cipria, potrebbe rivelarsi sufficiente, mentre sommare troppi prodotti vuol dire aumentare il rischio di interazioni negative con la pelle.
Per prima cosa utilizzare un “primer”, in modo da creare una superficie omogenea e liscia per applicare poi il fondotinta. Invece, per le zone più arrossate è consigliabile usare un correttore.
L’applicazione del fondotinta, di un colore simile a quello della pelle sana, uniformerà l’incarnato, mentre, in caso di zone più scure sono in commercio prodotti più coprenti, che di solito richiedono un po’ di pratica in più per essere applicati correttamente. In questi casi ti consigliamo di iniziare con unapiccola quantità e poi aggiungere gli strati necessari, sfumando il prodotto sulla pelle circostante. Qualora si abbia l’esigenza di coprire lesioni presenti sul corpo, ad esempio sulle gambe, è possibile utilizzare il fondotinta spray resistente all’acqua.
Una certa attenzione va poi dedicata alla cipria. Quelle in polvere minerale possono dare irritazione e seccare la pelle, per questo, sono da preferire i prodotti liquidi.
Infine, ricordati di fare attenzione alla zona delle labbra e degli occhi, perché le cremeUna crema è un'emulsione di olio e acqua in proporzioni approssimativamente uguali. Come i gel o gli unguenti, le creme possono essere utilizzate per veicolare trattamenti su specifiche sedi del corpo (per es. sulla pelle). ombretto possono irritare le palpebre, così come i prodotti “glitter”.

La rimozione del make-up

A questo punto, una volta tornati a casa a fine giornata, non rimane che l’ultimo passo: la rimozione del trucco. Per farlo, è preferibile utilizzare un prodotto a base di petrolio, in grado di ammorbidire il make-up permettendo quindi di rimuoverlo senza aver bisogno di strofinare la pelle, cosa che non fa mai bene a chi soffre di psoriasi.

Ultimi articoli

Torna su